Tra desktop e realtà

Avevo promesso di postare qualche screenshots del mio desktop no? NO?
Va beh: vorrà dire che le potrete gustare senza preavviso 😉
calmblue

Ecco qualche variazione e strumento indispensabile:

Gnome_do_on_calmblue

Apre tutto quello che vuoi in un attimo!

Switching…

switching

Compiz e Emerald danno quel tocco in più…

Cairo-Dock

mac_is_up_to_you
…e Mac OS X riesce a fare di meglio?

Sappiate che se il vostro computer non sopporta Compiz, per usare Cairo-Dock e simili potete sempre utilizzare un composite alternativo. Ovvero qualcosa che gestisca ombre e accellerazioni al posto di Compiz.
Di composite manager ne esistono diversi, ma se il vostro PC non sopporta Compiz perché è poco performante, beh, vi consiglio Xcomposite, davvero leggerissimo!

 

Annunci

7 Responses to “Tra desktop e realtà”


  1. 1 jamesnake 3 marzo, 2008 alle 9:18 pm

    Si vedrà mai qualcosa di originale? O solo copie di dock apple e finestrine stile vista? 😛
    (come mi diverto a darti fastidio non hai idea. Mi piace darti contro a priori, non ci posso fare nulla).

    Ah, gimmy, quando carichi le immagini, prima diminuiscine la qualità, che sennò ci stanno ore a caricare. La differenza non si vede se non nella velocità! 😉

  2. 2 Gimmy 3 marzo, 2008 alle 9:32 pm

    Acc, già: le immagini le avevo caricate così perché potevano essere ingrandite cliccandoci. Magari potrei lasciare il collegamento e… ma come faccio a diminuire la qualità dell’immagine?

  3. 3 jamesnake 3 marzo, 2008 alle 10:49 pm

    Allora, puoi anche metterle grandi, come quella iniziale. Per diminuire la qualità basta che tu risalvi l’immagine innanzitutto in formato .jpeg magari controllando alle varie qualità quanto pesa l’immagine. Photoshop, che è IL programma serio, ha l’opzione save for web, che ti mostra diversi thumbnails a qualità diverse per farti scegliere il migliore. L’importante è che l’immagine non superi chessò… i 100 kb

  4. 4 Dave 7 marzo, 2008 alle 4:12 pm

    GNOME Do non dovrebbe essere trasparente come quella – tenta di partenza dopo aver effettuato l’accesso e compiz ha avuto abbastanza tempo per caricare completamente.

  5. 5 emilator 16 marzo, 2008 alle 10:17 pm

    –Commento Out Topic–
    Ho notato che in testa al blog presenzia “John Nash”…sapevi che questa settimana era a Roma per il festival della matematica?
    Curiosità: i risultati che gli hanno fatto conquistare il premio nobel erano stati raggiunti indipendentemente da un matematico italiano, Ennio De Giorgi, più o meno un mese prima. Nash lo ha poi confermato, alla consegna (fossi stato in lui avrei ceduto il premio). Questo non sminuisce la genialità di Nash..ma dato che sei un giovane curioso ti farà sicuramente piacere saperlo.

    P.S. In riferimento all’ “indovinello” delle conoscenze..questo è sicuramente di maggiore effetto:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Paradosso_del_compleanno
    Il principio sotto sotto è lo stesso.

    Non perdere la passione per la matematica. Ciao!

  6. 6 mattia 30 gennaio, 2009 alle 10:03 pm

    complimenti x il desktop !!!!

    dove posso los fondo con il lampione che mi piace molto ????


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: